Descrizione Percorso Mags 2020

ABRUZZO TRAIL – MAGS EXPERIENCE UNSUPPORTED 2020

Benvenuti in Abruzzo. Quella che segue è una descrizione, la più accurata possibile, della traccia che andrete a percorrere nei prossimi giorni.

Partenza in località Marina di Città Sant’Angelo, Viale Torre Costiera. Subito dopo aver attraversato il viale alberato sulla breve pista ciclabile, vi ritroverete per circa 2 km sulla ss 16. Dopo aver svoltato a dx per Silvi Marina, sarete immessi sulla “ciclovia adriatica” che vi farà attraversare l’abitato di Silvi per poi proseguire sotto la pineta fino a Pineto, tra dune costiere e affacci sul mare indimenticabili.

Una volta arrivati a Pineto (avrete percorso i primi 15 km), inizierà la prima salita del Mags, 3 km su carrareccia, che vi porterà fino al borgo di Mutignano e, a seguire, arriverete nella Città di Atri su asfalto. Una volta attraversato il centro storico, la traccia vi porterà rapidamente nell’Oasi dei Calanchi: dopo una discesa veloce su strada bianca, vi ritroverete nella valle Piomba. Pedalerete tra asfalti secondari e carrarecce fino a raggiungere il territorio del Comune di Montefino, dove incontrerete la seconda salita di giornata, 4 km su strada bianca. In cima pedalerete ammirando la Valle del Fino alla vs sinistra e, una volta imboccata la strada bianca di contrada Cerquone, sarete condotti velocemente sulla fondovalle e arriverete a Bisenti (paese natale di Ponzio Pilato). Avrete percorso i primi 57 km.

Una volta attraversato il centro storico di Bisenti, dopo aver percorso qualche km su asfalto, girerete a sx verso Bivio Castelli e una salita, tra strade bianche e asfalti secondari, vi porterà dopo 13 km al Rifugio Faiani. Fino a questo punto il percorso è classificabile TC/MC.

Dal Rifugio la traccia vi condurrà all’interno del bosco, una bella discesa fino a San Salvatore (c/da del Comune di Castelli) per poi continuare in un traverso sempre all’interno del bosco che vi porterà fino al Comune di Isola del Gran Sasso (percorso MC/BC). Avrete percorso i primi 90 km.

Passato il comune di Isola, salirete su asfalto fino al Comune di Tossicia per poi arrivare alla Frazione di Azzinano (fermatevi per guardare i dipinti sui muri del centro storico). Ripartiti da Azzinano proseguirete su strada bianca, che poi diventerà sentiero nel bosco (dove bisogna prestare attenzione per alcuni passaggi con scarpata coperta da vegetazione) e vi condurrà a Cusciano. Da Cusciano scenderete su asfalto e strada bianca fino ad incrociare la Statale 80 che, su asfalto, vi condurrà sino alla diga di Provvidenza. Avrete percorso i primi   157km.

Alla diga girerete a sx per la Valle del Chiarino e all’interno di essa potrete sostare al Rifugio Fioretti (ATTUALMENTE CHIUSO) per rifornirvi di acqua. Dopo aver percorso una strada bianca, proseguirete su carrareccia all’interno del bosco, in un’alternanza di saliscendi, e arriverete sul lungo traverso che conduce al Monte San Franco dove potete ammirare un luogo votivo denominato “Madonna della Zecca”.   Successivamente, incrociando per alcuni metri l’asfalto, vi immergerete nella splendida Valle del Vasto fino ad Assergi in località Fonte Cerreto (percorso TC/BC). Avrete percorso i primi 180 km.

Una volta ripartiti da Fonte Cerreto una splendida carrareccia, abbastanza lunga, vi condurrà sino a Santo Stefano di Sessanio, Rocca Calascio e Castel del Monte, denominati “I tre borghi d’Abruzzo”, luoghi incantevoli che vi invitiamo a visitare. Da qui ripartirete verso la piana di Campo Imperatore e, in località Vado San Cristoforo, svolterete a sx per raggiungere il rifugio Racollo. Percorrerete il Canyon dello Scoppaturo per poi entrare in Vallestrina, piana del Voltigno e Voltignolo. Una volta passato il Voltignolo, un emozionante single track (denominato “delle scalate”) vi condurrà nella selvaggia Valle d’Angri, in cui consigliamo di scovare tra la fitta vegetazione e ammirare le vecchie “STINZIE” (rifugio agropastorale del passato) e la Cascata del Vitello d’oro. Il tracciato vi porterà fino a Farindola (percorso MC/BC). A questo punto avrete percorso 260km.

Ripartiti da Farindola, su asfalto salirete verso Rigopiano e, girando a dx, una bella strada bianca vi condurrà fino ad Arsita. Da qui, in uno splendido paesaggio collinare, attraverserete i borghi di Castiglione Messer Raimondo e Castilenti. Vi resteranno da superare Colle della Morte e Colle dell’Odio, passaggi collinari con una vista mozzafiato sulla val Pescara. La traccia vi condurrà all’ingresso di Città Sant’Angelo, borgo tra i più belli d’Italia che vi consigliamo di visitare. Dopo aver percorso una discesa panoramica affacciata sul mar Adriatico, tornerete al punto di partenza in riva al mare (percorso TC/MC).

SIETE ARRIVATI: 340 km, 8300 mt di dislivello positivo. COMPLIMENTI!